mascara

Venerdì 2 marzo 2012 - Ore 15:00

Cine-Teatro Comunale di Mormanno (CS)

Il terremoto rappresenta sicuramente il fenomeno naturale più temuto dall'uomo a causa della sua imprevedibilità e del suo potere altamente distruttivo.
La Calabria considerata una delle regioni a più alto rischio sismico per le peculiarità geologiche del suo territorio. Essa, com'è noto, è stata storicamente interessata da terremoti di elevata intensità che hanno seminato paure e lutti e determinato anche rilevanti conseguenze economiche e sociali. Nell'ultimo anno, oltre 500 scosse sismiche di modesta entità si sono ripetute nell'area del Pollino, interessando diversi comuni della Calabria e della Basilicata, posti al confine tra le due regioni, alimentando timori tra gli abitanti.
Al fine di comprendere le cause che provocano un terremoto e le misure di prevenzione che vengono adottate per limitarne i danni, l'Ordine dei Geologi della Calabria, l'Associazione Archeo-Geo-Pollino di Laino Borgo e la SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale), hanno inteso organizzare un convegno nel corso del quale, attraverso il contributo di autorevoli esperti, sar trattato l'argomento "terremoto", focalizzando l'attenzione sullo sciame sismico che interessa l'area del Pollino.
Il Convegno rappresenta un momento di approfondimento sulla geologia locale del confine Calabro-Lucano e sugli studi rivolti alla prevenzione del rischio sismico e, in
particolare, su quelli di microzonazione. Inoltre, saranno discusse le tecniche di protezione antisismica delle costruzioni, e l'attività di pianificazione sismica della Protezione Civile della Regione Calabria.

resizeon/off