mascara

Organizzato dal Sindacato Nazionale Operatori della Sicurezza sui Luoghi di Lavoro (Sin.Op.Si.L.) e l’Ordine Regionale dei Geologi della Basilicata con il supporto organizzativo della 3M Service & Consulting s.r.l.

 

Saranno riconosciuti 40 CREDITI FORMATIVI

Il corso è rivolto a tutti i soggetti previsti dall’art. 98 del D. LVO 81/08 e S.M.I. (ingegneri, architetti, geologi).
Il corso avrà inizio venerdì 8 aprile P.V. alle ore 15,00 presso la sede della 3m s.r.l. sita in piazza europa della città di Potenza.
Il costo del corso sarà di € 700,00 oltre IVA, comprensivo di software Regolo Sicurezza della Microsoftware di Ancona e del materiale didattico (libri, dispense e supporti magnetici delle lezioni presentate).
Per iscrizioni ed informazioni compilare il modulo allegato ed inviare via FAX al n. 0971 – 46815 entro l'8 aprile P.V.

LASER SCANNER ED INTERFEROMETRIA RADAR TERRESTRE PER L’ANALISI E LA PREVISIONE DEI PROBLEMI GEOLOGICI

13 Maggio 2011

Sede dell’evento: Nuova sede Provincia di Foggia, Aula Magna
Via Telesforo, Foggia

La partecipazione al corso è gratuita ma subordinata a regolare iscrizione entro il 6 Maggio 2011.
Per la partecipazione al corso è stata richiesta l’assegnazione di 6 crediti APC validi per l’Ordine Nazionale dei Geologi.
Per l’iscrizione compilare ed inviare tramite mail la scheda riportata sotto.

Le tecniche di telerilevamento quali il Laser Scanner e l’Interferometria SAR Terrestre da strumenti di ricerca stanno ormai diventato un supporto tecnologico fruibile anche dai professionisti per la risoluzione di problemi assai diversificati nel campo della geologia. In particolare queste tecnologie possono rappresentare un supporto efficace per la riduzione e gestione delle problematiche di dissesto geologico che sempre più interessano il nostro paese.

La fruibilità delle stesse da parte dei professionisti è oggi agevolata anche dalla presenza di società specializzate in grado di fornire servizi avanzati e personalizzati.
Nell’ambito della giornata verrà inoltre presentata la tecnologia LARAMSM che, attraverso l’integrazione rigorosa dell’Interferometria SAR Terrestre e del Laser Scanner Terrestre, consente di fornire dei prodotti facilmente interpretabili e semplicemente fruibili da parte degli addetti ai lavori.

Nuovi strumenti per la pianificazione e gestione dei territori fluviali
Sono stati richiesti 3 crediti formativi (APC).

Sala MEDIAFOR, via Milano Potenza 14 aprile ore 16,00.

Pianificare in forma integrata e sinergica all’interno di un territorio fluviale, ha indubbi riscontri positivi, in particolare nella prevenzione di eventi estremi legati all’inquinamento delle acque o al rischio idrogeologico. I contratti di fiume segnano il passaggio dalla gestione del rischio e dell’emergenza alla copianificazione preventiva nei territori fluviali. Rappresentano una esperienza che si sta già sviluppando in molte parti del mondo dal Canada, all’Africa ed in Europa a partire da Francia e Belgio. Anche in Italia i contratti di fiume stanno cominciando ad avere una notevole diffusione aprendo nuove prospettive di sviluppo e crescita di competenze multidisciplinari.
Costituiscono una innovazione negli strumenti di pianificazione territoriale, riqualificazione ecologica, fruitiva e paesistica dei territori fluviali. Rappresentano un processo di governance che interessa tecnici, esperti, amministratori, ma anche intere comunità locali, che attraverso la partecipazione, ne diventano promotrici e co-responsabili. L’esperienza italiana è stata recentemente raccolta in un volume dal titolo "Contratti di fiume" a cura di M. Bastiani, pubblicato da Dario Flaccovio editore ( www.darioflaccovio.it ).

resizeon/off