mascara

Scadenza iscrizione: limite capienza sala

Crediti APC: richiesti 8

Gli Ordini Regionali ed il Consiglio Nazionale dei Geologi organizzano a Firenze il 21 gennaio un Forum per presentare le Linee Guida sulle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni NTC08, redatte dalla Commissione Interregionale NTC composta da rappresentanti degli Ordini Regionali, ed avviare, nel contempo, un primo momento di discussione tra i soggetti cointeressati.
Le Linee Guida NTC 08 sono state definite per orientare i professionisti geologi nella redazione della documentazione tecnica richiesta dalla nuova normativa. Pertanto, non hanno la presunzione di imporre una metodologia di lavoro, ma tendono a definire “un modello operativo” da seguire nell’elaborazione delle relazioni specialistiche richieste dalle NTC 08, quali: la relazione geologica, geotecnica e sismica sulla pericolosità del sito.
Il Forum permetterà, altresì, di avviare una fase di confronto e divulgazione su tali tematiche, anche a scala locale, affinché le Linee Guida possano essere applicate, in forma condivisa, con gli stessi soggetti preposti alla validazione degli elaborati progettuali (Genio Civile, Provincia, Regione).Il documento rappresenta, inoltre, uno strumento utile per elevare la professionalità della nostra categoria, rimarcando, nel contempo, la competenza e la specificità di ruoli, al fine di fornire ”prodotti” con contenuti tecnico-scientifici supportati da adeguate indagini e confacenti agli indirizzi contenuti nelle NTC 08. Le Linee Guida, disponibili sui siti internet degli Ordini Regionali, saranno oggetto di una specifica pubblicazione che verrà divulgata agli Enti di Controllo.
L’iscrizione al Forum è gratuita e deve essere fatta compilando la scheda online. Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento del limite di capienza della sala.

Autore: Fabrizio Terenzio GIZZI con la collaborazione di Maria Rosaria Potenza & Cinzia

Presentazione del Volume “Il sisma del 23 novembre 1980 in Basilicata: effetti macrosismici a scala urbana”

Interventi:

Introduzione di Pasquale Scavone (Sindaco di Tito)
Dr Agatino Mancusi (Vice Presidente della Giunta Regionale di Basilicata)
Dott. Ing. Giuseppe Basile (Dirigente Ufficio Protezione Civile Regione Basilicata)
Dott. Geol. Raffaele Nardone (Presidente dell’Ordine dei Geologi di Basilicata)
Prof. Marco Mucciarelli (Università degli Studi della Basilicata)
Dott. Geol. Fabrizio T. Gizzi (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali - CNR -)

La SV è invitata a partecipare

"Nuove frontiere dell’attività professionale:

il Geologo progettista e manager per lo sviluppo sostenibile del territorio"

 

Invito

2º ASSEMBLEA REGIONALE DEI GEOLOGI DI BASILICATA
Potenza 16 dicembre 2010

Aula Magna Università degli Studi della Basilicata
Rione Francioso

(E’ stata inoltrata richiesta di 8 crediti APC)

Autore: SIGEA - Sezione Puglia

Convegno

STUDI ED INTERVENTI PER IL RISANAMENTO DELLE CAVITÀ ANTROPICHE E NATURALI. ASPETTI GEOLOGICI, GEOTECNICI E SISMICI

Giovedì 9 dicembre 2010

presso la Sala “Il Gattopardo” Via F. Mercadante c.s. Altamura (BA) Organizzato da SIGEA - Sezione Puglia

(AGENPARL) - Roma, 29 ott - Il Presidente dell’Ordine dei Geologi della Basilicata, Raffaele Nardone, ha affermato in una nota che “In Basilicata c’è un Piano di Tutela delle Acque non ancora approvato dal Consiglio Regionale. Come Ordine della Basilicata - ha dichiarato Nardone - apriremo un tavolo tecnico con le altre professioni e con la Regione Basilicata affinché si possa addivenire ad un piano di tutela e gestione della risorsa idrica. Noi vorremmo che il Piano di Tutela delle Acque non mettesse dei vincoli tu cour al territorio ma ne disciplinasse l’utilizzo della risorsa acqua; insomma auspichiamo un uso sostenibile della risorsa idrica”. E poi “in Basilicata le sorgenti di grossa portata sono censite e attentamente studiate – ha concluso Nardone - però le sorgenti più piccole non sono né censite nè monitorate con conseguente esposizione a rischio degli utilizzatori. I geologi della Basilicata propongono di emendare le direttive nazionali con regolamenti Regionali che tengano conto degli assetti geomorfologici ed idrogeologici locali; ad esempio, i perimetri di rispetto di 200 metri intorno alle sorgenti, stabiliti dalle normative nazionali, non possono essere sempre applicati in Basilicata perché la morfologia della nostra Regione è tale che l’utilizzo delle aree a valle del punto di sorgente non interferisce con la sorgente stessa e pertanto la perimetrazione e la tutela di queste aree andrebbero demandate a puntuali studi idrogeologici utilizzando geologi del territorio”.

Fonte: www.agenparl.it

Conferenza - Dibattito

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA TOSCANA
Conferenza - Dibattito
La protezione del paesaggio nell'ordinamento italiano
Richiesti 3 crediti APC (per gli iscritti agli OORR dei geologi)
Giovedi 28 ottobre 2010
ore 15,00 - 18,00
Aula Magna di piazza San Marco, 4 - Firenze
gentilmente concessa dall’Università di Firenze

Informazioni:
Ordine dei Geologi della Toscana
Via Fossombroni, n°11 - 50136 Firenze
Telefono: 055.2340878
Fax: 055.2269589
Email: ordine@geologitoscana.it

I programmi relativi ai seminari in materia ambientale che saranno svolti con il patrocinio anche del nostro Ordine

Per i Geologi della BASILICATA
SEMINARI SEDE MATERA e POTENZA per ESPERTO IN CAMPO AMBIENTALE
AL CORSO SARANNO TRATTATE LE PROBLEMATICHE AMBIENTALI NEL SETTORE EDILIZIA E CANTIERISTICA
CORSO AMBIENTALE DI SPECIALIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO APERTO A GEOLOGI DELLA REGIONE BASILICATA PER FORNIRE NUOVI STRUMENTI DI LAVORO E SBOCCHI PROFESSIONALI
SARÀ INOLTRATA RICHIESTA PER IL RICONOSCIMENTO DI 4 CREDITI APC PER OGNI SINGOLO SEMINARIO
PER L’ATTIVITÀ DEL GEOLOGO, NEGLI STUDI DI PROGETTAZIONE, NELLE IMPRESE EDILI, NELLE AZIENDE PRODUTTIVE, NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, IL CORSO AFFRONTA IN MODO APPROFONDITO GLI ITER AMMINISTRATIVI DI AUTORIZZAZIONE, PER LA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI IN AZIENDA (CODIFICA, STOCCAGGIO, TRASPORTO E CONFERIMENTO), I RIFIUTI IN EDILIZIA E CANTIERISTICA (MODULISTICA OBBLIGATORIA IN CANTIERE, CORRETTO SMALTIMENTO DI ROCCE, TERRE DA SCAVO ED INERTI), LA BONIFICA DEI SITI INQUINATI, DEPURAZIONE DI ACQUE REFLUE DI ORIGINE PRODUTTIVA E LA VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A. e V.A.S.).

Progetto di Formazione PROIDRO - (PROfessionisti del monitoraggio ambientale e la sicurezza IDROgeologica)

Egregio Presidente,
lo scorso primo settembre è stato pubblicato il Bando di selezione pubblica per titoli e colloquio per l'ammissione al Progetto di Formazione PROIDRO - (PROfessionisti del monitoraggio ambientale e la sicurezza IDROgeologica) cofinanziato dalla Fondazione per il Sud nell'ambito dell'invito 'Sviluppo del Capitale Umano di Eccellenza in campo tecnologico/scientifico/economico'.

Il Progetto è coordinato dall'Università degli Studi della Basilicata -

Dipartimento di Ingegneria e Fisica dell'Ambiente e sviluppato in partnership con Istituto di Metodologie per l'Analisi Ambientale del CNR (IMAA-CNR), E-Form scrl, FORIM - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Potenza, CERAFRI - Centro per la ricerca e l'alta formazione per la prevenzione del rischio idrogeologico, Comitato Regionale A.N.P.AS. Basilicata e UNITS - Università del
Terzo settore. 

Per la partecipazione al percorso di formazione saranno selezionati n.12 laureati in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio, Ingegneria Civile, Scienze Geologiche e Fisica residenti in Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna.
Il Progetto mira a formare professionisti di eccellenza nel campo del monitoraggio ambientale, della prevenzione dei rischi naturali e della protezione idrogeologica nel tentativo di arginare la "fuga dei cervelli" dal Mezzogiorno e di valorizzare competenze e talenti nelle regioni meridionali particolarmente oggetto di fenomeni di dissesto ambientale e richiedenti specifiche azioni di osservazione e presidio.
Durante il Progetto, della durata di 24 mesi, gli allievi saranno impegnati in attività di formazione teorica (in aula, on line e di laboratorio), di tirocinio on the job, di progettazione di interventi in aree pilota, di formazione allo sviluppo d'impresa.
A sostegno delle attività gli studenti saranno supportati con una borsa di studio complessiva pari a 7.000 euro.
Il Bando di selezione e i relativi allegati sono disponibili sui siti www.unibas.it ,www.difa.unibas.it , www.proidro.org

La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata alle
ore 12.00 del giorno 11 ottobre 2010.

Info:
prof. Aurelia Sole aurelia.sole@unibas.it - 3293178383
prof. Francesco Sdao francesco.sdao@unibas.it - 3293606178
La prego quindi di diffondere l'informazione tra i giovani laureati iscritti all'Ordine che Lei presiede, allego a tale scopo copia del bando.

Cordiali saluti
Aurelia Sole

resizeon/off